Home page                                                                                                                                  DAMNA RECORDS & BOOKS e' un marchio registrato.Tutti i diritti sono riservati.Nessuna parte dei testi di DAMNA RECORDS & BOOKS puo' essere riprodotta o utilizzata in alcuna forma,o mediante mezzo elettronico,senza esplicita autorizzazione degli aventi diritto.

Per essere recensiti
ARCHIVIO RECENSIONI LP/CD



OVERDRIVE--On wizard ridge--(LP 2006 High Roller Records, limited edition 500 copies)

Originari del Lincolnshire, gli inglesi Overdrive (da non confondersi con gli omonimi svedesi) hanno condiviso, agli albori degli anni 80, la stessa sorte avversa di tanti loro colleghi decisamente meno ispirati. Autori di uno dei piu' validi (e rari) singoli dell'epoca, gli Overdrive non riuscirono a sopravvivere all'indifferenza della stampa e agli snervanti cambi di formazione e si sciolsero nel 1982. Giocarono un'altra carta nel 1989 con l'incisione dell'album "Dishonest words" bissando l'insuccesso precedente. Solo recentemente, richiamati dalla richiesta di un mercato piu'sensibile al loro stile, si sono riformati, tornando sul mercato nel 2005 con il Cd "On wizard ridge", pubblicato da una etichetta indipendente greca. L'album qui recensito e' la versione in vinile dello stesso LP, con un artwork diverso e decisamente migliore. Mi sento di affermare che questo e' in assoluto uno dei migliori "come-back" dell'intera scena della N.W.O.B.H.M. e non solo, e gli 11 brani presenti, scritti tra il 1977 e il 1981, non sfigurerebbero su tanti celebri dischi di bands ben piu' blasonate. Potrei definire lo stile degli Overdrive come "Fantasy-metal", privo pero' di tutte quelle connotazioni power tanto in voga recentemente; l'uso (splendido) delle tastiere (sia in fase solistica sia nell'elaborazione di scenari "atmosferici"), l'impostazione melodica delle parti vocali e la ricerca costante di atmosfere epiche (talvolta votate a climi oscuri), legano gli Overdrive alle influenze Uriah Heep, Nightwing, e li collocano di diritto fra i migliori gruppi della N.W.O.B.H.M. dediti ad un suono hard-rock con ampio uso di tastiere (White Spirit, Axxis, Saracen, etc.). La produzione del disco e' buona, riuscendo a sfruttare una tecnologia moderna per risaltare i particolari senza snaturare un approccio proditoriamente "old-fashioned", caldo e passionale. Senza togliere nulla ad una impeccabile sezione ritnmica e ad un cantato efficace ed equilibrato, devo fare un plauso particolare al chitarrista Tracey Abbot, autore di calibrati riffs di notevole impatto e di solos che meriterebbero platee ben piu' vaste, e al tastierista originale Lee Sculthorpe, le cui magistrali tastiere offrono alla musica del gruppo insospettabili prospettive; raramente ho ascoltato in un contesto musicale votato principalmente al suono chitarristico un tastierista capace di tale misura e ricerca timbrica (ascoltare brani come "Nuclear bomb"...).
"On wizard ridge" dovrebbe riuscire a mettere d'accordo i fans della N.W.O.B.H.M. e quelli dell'hard rock di matrice seventies, e se la' fuori qualcuno non si e' completamente addormentato, penso che questo disco dovra' essere ristampato altre volte.....

(STEFANO CODERONI)




DAMNA RECORDS & BOOKS e' un marchio registrato.Tutti i diritti sono riservati.Nessuna parte dei testi di DAMNA RECORDS & BOOKS puo' essere riprodotta o utilizzata in alcuna forma,o mediante mezzo elettronico,senza esplicita autorizzazione degli aventi diritto.