Home page                                                                                                                                  DAMNA RECORDS & BOOKS e' un marchio registrato.Tutti i diritti sono riservati.Nessuna parte dei testi di DAMNA RECORDS & BOOKS puo' essere riprodotta o utilizzata in alcuna forma,o mediante mezzo elettronico,senza esplicita autorizzazione degli aventi diritto.

Per essere recensiti
ARCHIVIO RECENSIONI LP/CD


NATIONAL SUICIDE-The old family is still alive (CD-R DEMO, 2007)


Il demo promozionale di quattro brani dei National Suicide si deve considerare come un antipasto a quello che sara',probabilmente,uno dei migliori esordi "ufficiali" in tema di Thrash Metal italiano degli ultimi anni, in quanto e' prevista a breve la pubblicazione del CD d'esordio sulla lunga distanza per l'attivissima My Graveyard Productions, etichetta metal italiana in costante ascesa,e meta ambita per buona parte dei gruppi italiani di stile ed ispirazione fedeli alla tradizione incorruttibile del Metal degli anni 80.
I National Suicide, ex-Riven, sono un quintetto dedito esclusivamente alla riproposizione del piu' puro Thrash Metal di stampo americano,incontaminato ed essenziale,ma mai privo di spunti tecnici di rilievo.Per lo stile,e in parte,la grafica di questo demo promozionale,il gruppo si puo' considerare una sintesi maligna fra Overkill e Artillery,e sebbene la grafica adottata e i temi trattati possano indurre ad accostarli alle frange piu' estreme di un certo thrash "extreme",splatteroso e debitore della cinematografia piu' repellente, I National suicide non condividono quasi nulla dell'ispirazione e dei suoni degli Obituary,Malevolent Creation,Cannibal Corpse ,Monstrosity e di tutti coloro che meglio (o peggio) hanno dato corpo all'immaginazione piu' cruenta della scena estrema americana a cavallo fra la fine degli anni 80 e l'alba "di sangue" degli anni 90.
Al contrario,il quintetto italiano si assume il compito,per niente facile,di ribadire il ruolo ed il fascino dei veri autentici "prime movers" del Thrash americano,tagliente ed abrasivo come pochi, ma non ancora inflazionato dalle schegge impazzite dei seguaci dell'estetica "gore"..... ..Exodus e Overkill sono i nomi piu' gettonati, con l'impatto piu' tecnico dei primi e la struttura deragliante dei secondi.... La voce atipica e paranoide del cantante dei National Suicide richiama alla mente lo stile inconfondibile di Bobby "Blitz" degli Overkill, e il singer Stefano ne ricalca l'approccio ispido,sgraziato e "over the top", cantando come farebbe un adolescente dallo svilupo precoce e dalla fantasia perversa....E cio' non venga interpretato come un "stroncatura",tutt'altro....I quattro compattissimi pezzi del demo,pur re-interpretando in chiave rigorosa gli stilemi piu' classici del genere,vivono di vita propria e vanno accolti per quel che sono,piu' o meno: un tributo eccellente ad un genere che non accenna a "morire" artisticamente,nonostante l'ostracismo della "novelle vague" di certo metal "moderno"che puzza di falso a chilometri di distanza.....nel caso dei National Suicide,l'unico aroma che puo' insidiare le narici e' il sudore di chi suona musica vera con strumenti veri........coloro che hanno la puzzetta sotto il naso sono avvertiti ......
Io mi avvicino.


(STEFANO CODERONI)




DAMNA RECORDS & BOOKS e' un marchio registrato.Tutti i diritti sono riservati.Nessuna parte dei testi di DAMNA RECORDS & BOOKS puo' essere riprodotta o utilizzata in alcuna forma,o mediante mezzo elettronico,senza esplicita autorizzazione degli aventi diritto.