Home page                                                                                                                                  DAMNA RECORDS & BOOKS e' un marchio registrato.Tutti i diritti sono riservati.Nessuna parte dei testi di DAMNA RECORDS & BOOKS puo' essere riprodotta o utilizzata in alcuna forma,o mediante mezzo elettronico,senza esplicita autorizzazione degli aventi diritto.

Per essere recensiti
ARCHIVIO RECENSIONI LP/CD


METAL MIRROR-1--(LP 2006 High Roller records, limited edition 500 copies)

Trascurando il vago clima di revisionismo di certa critica, e ignorandone le oziose inclinazioni nostalgiche, si puo' (e talvolta si deve) riconoscere il valore anche ai vecchi gruppi, quando se lo merita(va)no, e MAI per motivi temporali/anagrafici.
Provenienti da Middlesex, gli inglesi Metal Mirror erano una delle bands piu' promettenti dell'intera scena New Wave Of British Heavy Metal. Pubblicarono un pregevole (e ora valutatissimo anche in termini collezionistici) singolo stampato in circa 1000 copie e incisero un brano per la compilation "Heavy metal heroes" per l'etichetta Heavy Metal Records nel 1981, prima di sciogliersi l'anno successivo. Il potenziale di questa band ora possiamo verificarlo personalmente, grazie alla sempre attenta High Roller che pubblica questo LP inedito completamente registrato dal vivo il 15 giugno 1981 al Dingwalls Club di Camden, a Londra. L'album e' dedicato al chitarrista Chris Haggerty, purtroppo deceduto nel 2004. Assieme all'altro chitarrista Paul Butterworth, Haggerty formava una compattissima base chitarristica dedita ad innumerevoli solos, sulla scia dei Judas Priest ma non solo. La voce aggressiva, dalla timbrica viziosa del cantante Cameron Vegas, pur conservando una personalita' propria, puo' ricordare in alcuni brani il primo Paul Di'Anno dei contemporanei Iron Maiden degli esordi, e molti fans della prima ora dei Maiden troveranno in questo gruppo piu' di un motivo d'interesse. I Metal Mirror, pur non offrendo alcunche' di originale, erano la classica band "with attitude", assolutamente devastante dal vivo come ora possiamo verificare. La buona qualita' di questo documento sonoro mostra un gruppo in gran spolvero, devastante dal vivo nonostante alcune occasionali incertezze esecutive che nulla tolgono all'impatto belluino di songs come "English Booze", "Hard life" e le altre, esaltate ritmicamente da uno dei migliori e piu' sottovalutati batteristi di quella scena.
Ascoltati adesso, in un periodo che offre opportunita' a qualsiasi bambino di atteggiarsi a rock-star, questi Metal Mirror, considerati evidentemente all'epoca un gruppo di "losers", ci fanno riflettere, ancora una volta, di quanto i tempi, e i gruppi in genere, siano cambiati. In peggio.

(STEFANO CODERONI)






DAMNA RECORDS & BOOKS e' un marchio registrato.Tutti i diritti sono riservati.Nessuna parte dei testi di DAMNA RECORDS & BOOKS puo' essere riprodotta o utilizzata in alcuna forma,o mediante mezzo elettronico,senza esplicita autorizzazione degli aventi diritto.