Home page                                                                                                                                  DAMNA RECORDS & BOOKS e' un marchio registrato.Tutti i diritti sono riservati.Nessuna parte dei testi di DAMNA RECORDS & BOOKS puo' essere riprodotta o utilizzata in alcuna forma,o mediante mezzo elettronico,senza esplicita autorizzazione degli aventi diritto.

Per essere recensiti
ARCHIVIO RECENSIONI LIBRI



UOMO MANGIA UOMO (Lucia Patrizi/Matteo Scarfo') ( La Mongolfiera, 2008)

Lucia Patrizi e Matteo Scarfo' sono due autori (quasi) esordienti, e mi chiedo fino a che punto la loro casa editrice creda realmente nel loro talento individuale, a tal punto da non rischiare di pubblicare un intero volume per ciascuno. Personalmente trovo discutibile un'operazione letteraria composta da un "racconto" o "romanzo breve" ("il Branco" della Patrizi) e da una raccolta di racconti brevi ("11", di Scarfo') strutturalmente e stilisticamente lontani fra loro, e da altrettante traduzioni in inglese, comprese prefazioni, e relative micro-biografie anche degli stessi autori delle stesse. Un piccolo esercizio di vanità che aggiunge solo pagine e prezzo.

"Il branco" di Lucia Patrizi è tuttavia un'opera interessante, dal linguaggio moderno e non priva di tecnica, che col pretesto di un'ennesima variante sul tema del serial-killer, analizza il disagio di una generazione, quella attuale, lasciata sola a sé stessa, capace di parlare e (ahimé..) agire, ma mai di comunicare. Il romanzo breve è ben strutturato, attento al ritmo che conduce ad una implacabile conclusione che svela le pagine più belle, in cui il pensiero diventa dialogo, ma solo nella psiche della protagonista, unico personaggio "senziente" dell'intera vicenda. Detto e scritto all' "ingrosso": una buona prova di pseudo-suspence, dal forte accento sociologico, che si fa leggere e a tratti coinvolge.

"11" di Matteo Scarfo' è invece un insieme di racconti brevi di carattere talvolta fantascientifico, talvolta horror, legati da un accento surreale e anticonformista che cercano la sintesi, ma che trovano al massimo la brevità......
Gli spunti e le intuizioni di Scarfo' non sono affatto disprezzabili, ma vengono esposti con una tecnica ancora non matura.... Capita spesso, quasi a tutti, di giungere al momento della realizzazione pratica di un'idea ancora privi dei migliori strumenti tecnici per darle forma compiuta, e l'unico risultato possibile in questi casi è quello di bruciare i frutti dell'ispirazione, esponendoli troppo o troppo poco, al fuoco fatuo dell'entusiasmo. Ciò, va evidenziato, non è un problema di Scarfo', ma una costante nella vita di ciascuno di noi, se non erro.....
Mi piacerebbe in futuro rileggere alcuni racconti di Scarfo', riscritti , ripensati,ma sopratutto rivissuti, alla luce dell'esperienza....uno su tutti: "La leggenda di Norton Kesper" "operina" che mostra la stoffa di un autore che sa porsi delle domande ed affrontare i propri timori, senza temere eccessivamente risposte o conferme.

L'indirizzo a cui si rivolgerà prossimamente Scarfo' è ancora da edificare, ma la "letteratura d'anticipazione"(Fantascienza) sembra attrarlo senza riserve o ripensamenti. A dispetto del suo genere d'appartenenza, una sua prossima maturazione è cosa molto REALISTICA, che gli piaccia o no.



(STEFANO CODERONI)





DAMNA RECORDS & BOOKS e' un marchio registrato.Tutti i diritti sono riservati.Nessuna parte dei testi di DAMNA RECORDS & BOOKS puo' essere riprodotta o utilizzata in alcuna forma,o mediante mezzo elettronico,senza esplicita autorizzazione degli aventi diritto.