Home page                                                                                                                                  DAMNA RECORDS & BOOKS e' un marchio registrato.Tutti i diritti sono riservati.Nessuna parte dei testi di DAMNA RECORDS & BOOKS puo' essere riprodotta o utilizzata in alcuna forma,o mediante mezzo elettronico,senza esplicita autorizzazione degli aventi diritto.

Per essere recensiti

ARCHIVIO RECENSIONI LP/CD


JUGLANS REGIA---Controluce (CD,Prisma ,2005)

L'opera di raccordo fra Metal,Progressive e Rock cantato in Italiano realizzata dai toscani Juglans Regia trova gia' un valido esempio in questo Cd pubblicato nel 2005,dopo l'esordio ufficiale del 2002 "Prisma" e prima dell'ultimo,recente "Visioni parallele" che ne rinnova le intenzioni e ne porta a compimento il progetto.

A differenza di "Visioni parallele", "Controluce" mostra un suono ancora un po' aspro,meno sofisticato,seppur dal carattere gia' abbastanza definito.
Nell'opener "Il prossimo errore" si distinguono le vestigia dei trascorsi Metal dei Juglans Regia, quando all'inizio della carriera si chiamavano Raising Fear...il riffing inquietante del brano rasenta territori Doom,intensificando l'aspetto morboso del testo,ovvero uno sfogo "in soggettiva" di un predatore metropolitano,presumibilmente un malato psichico.....ma la scrittura dei Juglans Regia non si appiattisce sull'effetto assicurato del riff compulsivo,e la seconda parte del pezzo si distingue per la ricerca dell"atmosfera" suggestiva piuttosto che per l'attacco alla giugulare.

A proposito di vasi sanguigni, il secondo brano, "Magnifica Ossessione",contrariamente al suo incedere piu' rilassato, e' un 'omaggio sintetico ed efficace alla bramosia di sangue...anche in questo caso l'Heavy Rock non eccessivo strumentalmente del brano asseconda il tema della psicopatologia,degno di gruppi di altro stile (Black,Gothic etc...).

L'interesse dei Juglans Regia per alcune perversioni e disagi psichici e sociali,continua a fasi alterne in "Controluce",ma e ' sopratutto la musica di "il Vento" a riscuotere consensi ed avvalorare quel senso di ricerca "sintetica" fra stili diversi,rivisitati con un'approccio personale...."Il Vento" condivide alcune cose(ma solo alcune...) con il progressive(la durata estesa del brano, l'intoduzione acustica,la ricerca testuale che porta alla scelta di termini come "Vermiglia","Nefasto","Orsono" che fanno la gioia dei progsters piu' ampollosi....),ma si sviluppa a modo proprio,senza assecondare il canonico "motus -operandi" dei gruppi di progressive autentico; ai Juglans Regia giova maggiormente contenere scossoni ritmici e virtuosismi di maniera,e concentrarsi sul coinvolgimento emotivo raggiunto grazie all'efficacia di un arrangiamento sobrio ....Pur in possesso di doti vocali e strumentali piuttosto evolute, i Juglans Regia sanno contenere la smania strumentale auto-referente di tanti altrui gruppi (sia metal, che progressive...) , e le loro doti esecutive sono ad esclusivo uso e vantaggio della "scrittura" musicale.

Tacendo di "L'ultimo respiro"( ripresa e migliorata nel successivo "Visioni parallele),l'altro brano di "Controluce" degno di menzione e' il conclusivo "Quel che sembra...." ,che ci riporta al cospetto della "poetica" macabro-ironica dei Juglans Regia, e riannoda con gusto e misura i principi- ispiratori di un gruppo votato alla ricerca del l'atmosfera suggestiva e del particolare sfuggente,della nota "non " suonata" al posto della cacofonia becera e cafona.

Buona parte del materiale inciso in "Controluce" era stato pensato da una formazione a cinque elementi, e per essere suonato insieme ad un tastierista....i Juglans Regia ,ridotti ad un quartetto privo di tastiere,hanno ovviato ad una situazione difficile....dobbiamo tener conto anche di questo se alcune cose di "Controluce" non ci appaiono ancora messe perfettamente a fuoco.....quel che rimane,comunque,vale ben piu' del misero prezzo che i Juglans Regia chiedono per i loro Cds....contattali,e fate a voi stessi un favore.....

(STEFANO CODERONI)



DAMNA RECORDS & BOOKS e' un marchio registrato.Tutti i diritti sono riservati.Nessuna parte dei testi di DAMNA RECORDS & BOOKS puo' essere riprodotta o utilizzata in alcuna forma,o mediante mezzo elettronico,senza esplicita autorizzazione degli aventi diritto.