Home page                                                                                                                                  DAMNA RECORDS & BOOKS e' un marchio registrato.Tutti i diritti sono riservati.Nessuna parte dei testi di DAMNA RECORDS & BOOKS puo' essere riprodotta o utilizzata in alcuna forma,o mediante mezzo elettronico,senza esplicita autorizzazione degli aventi diritto.

Per essere recensiti
ARCHIVIO RECENSIONI LP/CD



DEMON PACT--Same (LP Hades Paradise limited edition 500 copies.2006)

Ennesimo gruppo "riscoperto" della N.W.O.B.H.M., ed ennesimo ottimo lavoro grafico degli autori delle copertine della Hades Paradise Records, ancora una volta bravissimi a recuperare e conservare "in-vitro" quello stile grafico descrittivo tanto in uso nei primi anni 80, a meta' strada tra uno stile volutamente kitsch e l'approccio eccessivo/ironico dei comics di serie B. Se la copertina di questo omonimo album dei Demon Pact si distingue per queste caratteristiche, meno esemplari mi sembrano i 6 pezzi del disco, ovvero i due brani del loro unico singolo pubblicato nel 1981 e i quattro brani del loro demo dell'anno seguente, di cui uno, "Escape", fu pubblicato all'epoca per la compilation "Kent Rocks". Scioltisi nel 1982, i Demon Pact non mi pare si distinguessero per qualita' tecniche e/o compositive dai tanti gruppi che seguivano il trend occultistico della scena, prima dell'avvento e della consacrazione dei ben piu' originali (in quanto ad eccessi formali e non) Venom.
I Demon Pact erano chiaramente riconducibili alla scena guidata dagli Angel Witch, Witchfynde, primissimi Demon, Cloven Hoof, ma a differenza di gruppi di stretta osservanza sabbathiana (come Witchfinder General, per fare un esempio) prediligevano uno stile piu' moderno, dinamico e grezzo, con un basso spesso mixato al pari della chitarra e con vocals piuttosto asciutte e (poco) minacciose. Il brano omonimo "Demon Pact", tratto dal loro demo, scopre il gruppo a fare il verso ai Maiden di "Phantom of the Opera" nel riffing, ma non nella struttura del brano stesso, che puo' suonare come uno strano connubio fra primissimi Iron Maiden e gli americani Demon Fight. Probabilmente la grezza produzione del demo tape non rende piena giustizia al gruppo, e la realizzazione di un disco ufficiale avrebbe permesso, in sede di produzione, di sfruttare alcuni accorgimenti sonori che avrebbero senz'altro giovato a dare agli arrangiamenti un'impronta piu' macabra e "evil", necessarie in un contesto simile. Limiti (giustificabili) a parte, in questo disco ci sono tutti gli elementi tipici della N.W.O.B.H.M., e da questa prospettiva l'acquisto mi sembra consigliato. Per concludere, ricordo che il batterista dei Demon Pact, Ian Finlay, dopo lo scioglimento del suo gruppo, suono' addirittura coi ben piu' famosi tedeschi Running Wild, incidendo il celebre album "Death or glory"....(STEFANO CODERONI)




DAMNA RECORDS & BOOKS e' un marchio registrato.Tutti i diritti sono riservati.Nessuna parte dei testi di DAMNA RECORDS & BOOKS puo' essere riprodotta o utilizzata in alcuna forma,o mediante mezzo elettronico,senza esplicita autorizzazione degli aventi diritto.