Home page                                                                                                                                  DAMNA RECORDS & BOOKS e' un marchio registrato.Tutti i diritti sono riservati.Nessuna parte dei testi di DAMNA RECORDS & BOOKS puo' essere riprodotta o utilizzata in alcuna forma,o mediante mezzo elettronico,senza esplicita autorizzazione degli aventi diritto.

Per essere recensiti

ARCHIVIO RECENSIONI LP/CD


TIJUANA CAB COMPANY- Six pack (CD, Autoproduzione 2008)


Ammettiamo che la copertina di questo Cd non sia la piu' intrigante,e riconosciamo pure che trovare un'idea nuova,in musica e in generale,sia una chimera...Ammettiamolo pure.
E scordiamoci di poter trovare un nome originale per un gruppo rock che sia immediatamente riconoscibile e che non sia il frutto di una fantasia cervellotica.

Il "dono della sintesi" dei Tijuana Cab Company,dal punto di vista grafico, consiste nell'aver "compresso" nel piccolo spazio di pochi centimetri (di copertina) dei riferimenti espliciti al "perche'" del proprio nome e del titolo di questo CD....operazione non proprio facilissima,e risolta dignitosamente nonostante i pochi mezzi a disposizione....Chi fosse interessato a capirne di piu', indaghi pure.

Il "Pacco da sei" servito dai Tijuana Cab Company e' un Cd di sei brani che,gustato dall'inizio alla fine,ti scalda ma non ti brucia, ti rende molto allegro ma ti conserva ancora lucido....Sei brani,sei birre.....Se si ripete troppe volta l'operazione, si perde il conto, e i sensi....

Il gruppo e' italiano,si e' formato pochi anni fa nei dintorni di Trento, e il suo repertorio e' tipico delle band rodate a suon di covers su covers...Dopo essersi distinti principalmente come band "live"specializzata in "renditions" di pezzi degli AC/DC,Hellacopters,Guns'N'Roses,Backyard Babes etc, hanno deciso di promuoversi come band di materiale originale, ampliando il proprio spettro sonoro integrandolo con ulteriori influenze,tutte da ricercarsi nell'hard rock stradaiolo e lascivo,ben impiantato nello sterminato suolo della tradizione 70/80 ma con referente osservanza della piu' recente "invasione" scandinava.

Ma a differenza di molte band che seguono questa corrente, I Tijuana Cab Co. tengono la barra del loro stile ben dritta sulla "rotta" dell'hard rock di derivazione "street" piu' classico, con assoli chitarristici,uso dei riffs e impostazione vocale quasi del tutto lontani da certe indulgenze ed attitudini "punk" tipiche dei gruppi di punta di quel settore ....Se ora anche Hanoi Rocks, Motley Crue (i cui dischi compaiono nella back cover del CD) e simili integrano lo stile dei TCC, non si puo' negare che questo gruppo ha l'innata capacita' di "tenere insieme" tante influenze tanto chiare e nette da sembrare imbarazzanti,senza correre il rischio di imitarne sfacciatamente solo una o due.....Insomma, per essere chiari: i Tijuana Cab Company non tradiscono nessuno,perche' si scopano contemporaneamente tutte, e tutte contemporaneamente nello stesso letto...e ne escono pure freschi e pronti a ricominciare....Parlo di musica,naturalmente,e ricordo ai morbosetti che esistono le metafore...

Dei sei pezzi di "Six Pack" non ce n'e' uno particolarmente piu' riuscito, in quanto tutti sono di buon livello,e tutti riassumono al meglio lo stile sporco (ma non troppo) dello street metal "accessibile" riciclato in chiave Hard Rock,qualche volta con sporadici accenni di Glam virile e non macchiettistico, e altre volte reminescente della lezione dei maestri(quasi tutti) dei seventies e dei primi anni 80.
Se tutto cio' puo' sembrare l'opera di un gruppo fondamentalmente privo di personalita' propria, l'ascolto attento di "Six Pack" risolvera' il dubbio e confermera' l'ipotesi...ma attenzione a non limitarsi a questo..... I Tijuana Cab Company infatti hanno fatto un bel CD, con sei pezzi tanto nuovi quanto gia' "classici",che potrebbero essere tanto originali quanto covers,per quanto sono pervasi da quell'aura "sporca" e sacra del vero Rock che puzza di malto e di copertoni bollenti, ruote infiammate,polvere sulle labbra,respiri affannosi e sudori post-coito....Queste cose,come il Rock'n'roll, non le ha inventate, in toto, NESSUNO...

"Six pack" e' un concentrato di idee altrui,d'accordo...Ora come (quasi) sempre.
"Six pack" ,per rincarare la dose,e' anche una stratificazione di cliches....ma non e' forse cio' che e' sempre piaciuto ai rockers?

Sappiamo come abbia fatto male al Rock un trattamento "tecnologico/minimalista/industriale" poco accorto e poco ispirato, per cui poco mi spaventa nell'ambito Rock quanto la negazione e il superamento artificioso del cliche'....

"Six pack e' un mirabile esempio del "poco pensare" del Rock'n'roll, niente affatto cerebrale ma con l'apparato riproduttivo ben funzionante....la riproduzione della specie non e' altrettanto "cliche"?


"Six Pack e' solo questo, e niente di piu'...giuro che non lo ripeto.
Se e' facile farlo cosi,decidete voi.

(STEFANO CODERONI)




DAMNA RECORDS & BOOKS e' un marchio registrato.Tutti i diritti sono riservati.Nessuna parte dei testi di DAMNA RECORDS & BOOKS puo' essere riprodotta o utilizzata in alcuna forma,o mediante mezzo elettronico,senza esplicita autorizzazione degli aventi diritto.